Il 22 dicembre alla scuola LAFONTE seminario di Valter Yugen Umelesi. «Ho scelto di studiare le condizioni e i disagi che i riceventi mi portano, da qui la necessità di approfondire il lavoro sui sentimenti»

“Ansia, la prigione del cuore”: un titolo ed un’immagine netti quelli che Yugen Umelesi ha scelto per il seminario di shiatsu che terrà alla scuola LAFONTE domenica 22 dicembre, dalle 9.30 alle 17.30, primo appuntamento di un ciclo di quattro incontri specialistici dedicati agli operatori e agli allievi del terzo anno, che si concluderà a maggio.

Come mai “prigione del cuore”?

«Nella medicina cinese tutti i sentimenti coinvolgono il Cuore, sede dello Shen. L’ansia è uno stato di costrizione che non dà la possibilità al Cuore di esprimersi. L’immagine della gabbia o della prigione è quanto di più vicino per tradurre in Occidente il concetto di ansia che troviamo nei testi della tradizione cinese. È il non potersi manifestare per quello che si è; pensiamo, ad esempio, all’ansia da prestazione, un condizionamento che non permette di essere se stessi».

Qual è l’origine e come si manifesta l’ansia?

«È causata da un’emotività disarmonica e si manifesta con sintomi sia fisici che energetici, come respirazione non corretta, inquietudine, tachicardia, tic nervosi. È una condizione alla quale normalmente si riesce a far fronte, il problema è quando questa prende il sopravvento».

Valter Yugen Umelesi at LAFONTE 2018 5Nel 2018, sempre a Bergamo con LAFONTE, ha tenuto un seminario sugli attacchi di panico. Che differenza c’è rispetto all’ansia?

«È uno degli aspetti fondamentali che affronteremo nel seminario, studieremo le differenze per essere in grado di dare una connotazione energetica più precisa al disagio che il ricevente esprime di solito in maniera generica. Ansia e attacchi di panico sono considerati più o meno la stessa cosa, ma non è così e riuscire a riconoscere quale sentimento è in gioco significa indirizzare al meglio il trattamento e fare in modo che sia efficace».

Che cosa hanno in comune, invece, ansia e attacchi di panico?

«Non sono collegate ad un organo specifico, come le emozioni, ma colpiscono un sistema, una serie di organi, delle strutture. Non a caso non sono comprese nelle cinque emozioni, che fanno parte della dotazione “naturale” dell’individuo, ma nei sette sentimenti, frutto dell’interazione con l’esterno. Riconoscere e distinguere i sentimenti significa individuare quali sono le strutture colpite».

Sono anche disturbi sempre più diffusi...

«Se fino a qualche anno fa ci si rivolgeva allo shiatsu per trattare mal di schiena, cervicali, insonnia, problemi che, semplificando, possiamo dire più “concreti”, oggi le richieste maggiori riguardano il “disagio del vivere”, un malessere ben più complesso. Personalmente ho scelto di studiare le condizioni e i disagi che i riceventi mi portano, da qui la necessità di approfondire il lavoro sui sentimenti e di farlo nella maniera più precisa possibile. Credo che l’operatore debba ricercare sempre maggiore consapevolezza della condizione del ricevente, compassione nel senso letterale di condivisione e compartecipazione dello stato dell’altro».

Come agisce lo shiatsu sull’ansia?

«Come per tutte le altre disarmonie. C’è l’idea che lo shiatsu non basti mai, che occorra sviluppare tecniche e modalità di trattamento. In realtà non c’è niente da inventare, gli strumenti ci sono già, si tratta di utilizzarli con consapevolezza, sapendo come agire. È un po’ come la musica: le note ci sono tutte, la melodia che si vuole ottenere dipende da come le si dispone sul pentagramma».

Nel seminario si farà “suonare” lo shiatsu?

«C’è una parte di teoria ma soprattutto impareremo un trattamento completo, utile e ripetibile. Amo insegnare ciò che pratico, quindi non saranno solo indicazioni ma uno strumento completo che potrà anche essere adattato al proprio stile di pratica».

Un’occasione anche per l’operatore di confrontarsi con il proprio grado di ansia?

«Direi proprio di sì. Uno dei “mali” dell’operatore è che riceve troppo poco, non ha perciò molte occasioni per rendersi conto della propria condizione. Trattare è un modo per mettersi in risonanza e per “praticare se stessi”, star bene per essere in grado di far stare bene. Ma c’è un’altra considerazione che si può fare...».

Quale?

«Che non occorre attendere un disturbo per cominciare un trattamento. Lo shiatsu è prima di tutto uno straordinario mezzo per prendersi cura delle persone sane alle prese con le disarmonie del vivere, che oggi, in pratica, riguardano tutti. Considerare lo shiatsu non solo un rimedio per un problema manifesto ma anche – e soprattutto - una pratica di prevenzione e mantenimento del benessere è, a mio avviso, un punto di svolta per il futuro della disciplina».

>>ANSIA, LA PRIGIONE DEL CUORE

Seminario di shiatsu con Valter Yugen Umelesi

domenica 22 dicembre – dalle 9.30 alle 17.30

SCUOLA LAFONTE
VIA BURATTI, 57 – BERGAMO
COSTO 80 EURO (50 EURO PER I VOLONTARI LAFONTE 2019-20)
INFO E ISCRIZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
MAURZIO 327.2374228

 

 

 

 

Pubblicato in Shiatsu
Dalle emozioni ai canali straordinari, quattro proposte di approfondimento rivolte agli operatori e agli allievi dell'ultimo anno. A febbraio torna il maestro Franco Bottalo

Nello shiatsu ogni pressione è una scoperta e non si smette mai di imparare, per questo LAFONTE non fa mancare tra le proposte formative opportunità per approfondire diversi aspetti della disciplina, dai focus su disturbi specifici a quelli sui sistemi energetici.

«Anche quest’anno – evidenzia la scuola con soddisfazione – siamo riusciti ad organizzare un programma di seminari specialistici di qualità e interesse».

Si comincia domenica 22 dicembre con “Ansia, la prigione del cuore”, una giornata dedicata al trattamento dell'ansia con lo shiatsu, insieme al maestro Valter Yugen Umelesi.

Si prosegue lungo il filo conduttore delle emozioni con Franco Bottalo, che sarà ospite nel fine settimana del 15 e 16 febbraio e tratterà dei canali Luo, legati al sangue, alla ying qi e al vissuto emotivo. Studioso e autore di riferimento per lo shiatsu e la medicina cinese, raffinato “traghettatore” della cultura orientale in Italia e generoso insegnante, il maestro Bottalo sta riducendo i propri impegni pubblici ma ha accettato di essere ancora a Bergamo in nome della collaborazione e dell’amicizia che lo legano alla scuola.

In primavera, invece, sono in programma due sessioni di approfondimento dei meridiani straordinari, cominciando sabato 7 e domenica 8 marzo con quelli cosiddetti di “prima generazione” con Renato Calegari per proseguire con quelli di “terza generazione” il 2 e 3 maggio, tematica meno esplorata ma ricca di significati e implicazioni, che sarà affrontata nuovamente con Yugen Umelesi.

Tutti i seminari prevedono momenti pratici e illustrano sequenze di trattamento specifiche. La frequenza è riconosciuta da un attestato.

Per gli operatori e gli allievi che partecipano ai progetti di volontariato nell'anno in corso sono previsti sconti sulle quote di partecipazione.

Info e iscrizioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
maurzio 327.2374228

shiatsu seminari specialistici ok

 

 

Pubblicato in Shiatsu
Domenica 22 dicembre giornata di approfondimento teorico e pratico sul sentimento che “imprigiona il cuore”

Stime recenti dicono che 2,5 milioni di italiani soffrono di disturbi d’ansia, ossia una persona ogni 25. È una condizione tra le più ricorrenti anche tra chi riceve trattamenti shiatsu, alla quale la scuola LAFONTE ha scelto di dedicare uno dei propri seminari specialistici.

“Ansia, la prigione del cuore”, il titolo dell’appuntamento condotto dal maestro Valter Yugen Umelesi, domenica 22 dicembre, dalle 9.30 alle 17.30. Un’intera giornata di approfondimento rivolta a chi ha terminato il percorso formativo o sta frequentando l’ultimo anno.

Unendo teoria e pratica si studieranno l’energetica connessa all’ansia e una sequenza di trattamento shiatsu mirato a ristabilire in maniera efficace l’equilibrio emozionale dei riceventi.

L’emozione, secondo la Medicina Cinese, è una espressione del Qi e quando un organo perde il suo radicamento, le emozioni perturbano i movimenti del Qi stesso, che non riesce più a fluire correttamente causando disturbi di ordine psichico e fisico. Per quanto fisiologiche e importanti, se sono eccessive o si protraggono per lungo tempo le emozioni diventano causa di disarmonia, tendendo a colpire un determinato organo che è in risonanza con quel tipo di energia: si parla così di sentimenti.

L’ansia si manifesta con respiro corto, irrequietudine, tachicardia, tic nervosi, ansia da prestazione, stati dei quali praticamente tutti hanno avuto esperienza. In linea di massima, sono condizioni presenti solo in momenti particolari della vita e trovano una normale soluzione quando cessano le cause esterne che le hanno generate. Il problema nasce quando queste persistono nel tempo o quando l’origine dell’ansia è interna arrivando anche a minare l’autostima. La giornata mostrerà come lo shiatsu può essere d’aiuto nel trattare il disturbo ripristinando una corretta condizione energetica.

Il costo è 80 euro. La scuola riserva un prezzo speciale (50 euro) agli allievi e agli operatori che prendono parte a progetti di volontariato nell’anno 2019-20.

Valter Yugen Umelesi

yugenInizia a praticare shiatsu nel 1991 e si forma come operatore e insegnante alla Scuola Zen di Shiatsu di Milano. Presso la scuola diviene responsabile e coordinatore della didattica relativa al triennio di formazione.

Relatore nazionale sull’elemento acqua durante vacanza-studio in Egitto della ex Federazione Italiana Shiatsu, oggi FISIeO e al XXVI Convegno Nazionale FISIeO di Genova. Più volte relatore di incontri regionali accreditati, per la Federazione Italiana Shiatsu ora FISIeO (Piemonte, Liguria, Trentino Alto Adige, Umbria) e per APOS - Associazione Professionale Operatori Shiatsu (Toscana, Friuli Venezia Giulia).

Operatore professionista iscritto all’APOS (Associazione Professionale Operatori Shiatsu). Insegnante certificato e Operatore professionista iscritto all’ROS-FISIeO dal 2004.

Di recente è entrato a far parte della commissione esaminatrice FISIeO. Svolge l’attività di operatore shiatsu professionista e tiene regolari incontri settimanali di formazione per operatori e collaborazioni presso diverse scuole.

ANSIA, LA PRIGIONE DEL CUORE

Seminario di shiatsu con Valter Yugen Umelesi

domenica 22 dicembre – dalle 9.30 alle 17.30

scuola LAFONTE
via Buratti, 57 – Bergamo
costo 80 euro (50 euro per i volontari LAFONTE 2019-20)
Info e iscrizioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Maurzio 327.2374228
Pubblicato in Shiatsu